NINA

Dolomiti. Nina ha undici anni e il potere di controllare la Natura, per questo tutti cercano di sfruttarla. Un racconto tra realtà e magia nell’Italia del dopoguerra, che racconta la fine del mondo contadino e la scoperta attraverso gli occhi di una bambina del mondo degli adulti. Il momento in cui abbiamo perso il contatto con la natura è quello in cui abbiamo perso la nostra Infanzia.

NINA

di Alessandro Padovani Lorenzo Bagnatori
Sinossi

Dolomiti. Nina ha undici anni e il potere di controllare la Natura, per questo tutti cercano di sfruttarla. Un racconto tra realtà e magia nell’Italia del dopoguerra, che racconta la fine del mondo contadino e la scoperta attraverso gli occhi di una bambina del mondo degli adulti. Il momento in cui abbiamo perso il contatto con la natura è quello in cui abbiamo perso la nostra Infanzia.

Gli Autori

Alessandro Padovani

(Pedavena, Italia, 1993) nato in un piccolo paese sotto le Dolomiti e diplomato a Roma al CSC in Sceneggiatura. Come sceneggiatore ha vinto il Premio Mattador nel 2013 ed è finalista nel 2018, ha vinto il Premio Vincenzoni nel 2015 e di nuovo insieme a Lorenzo Bagnatori nel 2016. Nel 2019 è finalista del Premio Medusa (con Lorenzo Bagnatori) e del Premio Solinas con “Falsa Partenza” (“Saudade”). Dal 2018 Scrive i corti “Una Giacca” per Armani e “Oltre il fiume” per Jolefilm, premio RIFF 2019, e il documentario “Brotherhood”, regia di Francesco Montagner, prodotto da Nefertiti Film e Netprodukce, vincitore del premio CSC SIAE, WEMW 2019, EURIMAGES. Nel 2019 vince il premio “Una storia per Emergency” con “Ape Regina”, prodotto da Wildside e RAI Cinema, premiato ad Alice nella città – Festa del Cinema di Roma. Movida è il suo primo documentario da regista, miglior documentario al SalinaDocFest e presentato ad Alice nella Città – Festa del Cinema di Roma. Nel 2020 Alessandro è selezionato come regista dalla Biennale per la Biennale Cinema College, e lavora al suo esordio di finzione.

Lorenzo Bagnatori

Toscano, si trasferisce a Roma per frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, dove si diploma in sceneggiatura. Ha scritto il corto di diploma L’AMATA, candidato ai Globi d’oro 2019 ed il corto ANNE, diretto da Domenico Croce e Stefano Malchiodi, che partecipa al Giffoni 2019 e vince i principali premi al Cortinametraggio 2020. Nel 2021 il corto si aggiudica il David di Donatello per il miglior cortometraggio. Nel 2016 vince il Premio Vincenzoni insieme ad Alessandro Padovani e il Premio Bolognini. Nel 2017 vince il premio Mattador. Sempre con Alessandro Padovani ha scritto anche il lungometraggio PANE E SALE selezionato alla Biennale College Cinema 2020. In ambito documentaristico ha scritto L’ASSEDIO (2021) di Marta Innocenti prodotto da Echivisivi, selezionato all’ Italian Showcase a Cannes Docs e MOVIDA (2020) di Alessandro Padovani, che ha vinto il premio per il miglior documentario al SalinaDocFest 2020 ed è stato selezionato alla Festa del cinema di Roma. Nell’ambito della serialità ha scritto insieme ad Eleonora Bordi HOURGLASS, selezionata al Torino Serieslab Italia 2020. Ha collaborato alle serie LA GUERRA è FINITA, ideata da Sandro Petraglia, prodotta da Palomar e ha scritto due puntate della serie tv OLTRE LA SOGLIA, prodotta da Paypermoon. Ha scritto due puntate di FUOCO SACRO, format tv prodotto da LaEffe ed Echivisivi. Per il teatro ha co-scritto lo spettacolo GRATIA, diretto da Alessandro Padovani, selezionato alla Biennale College Teatro 2020.